mercoledì 18 gennaio 2012

Speriamo che i Maya avessero ragione, altrimenti la TARSU...

La nuova ecotassa introdotta dalla regione Puglia,  aggiungo io finalmente, prevede meccanismi incentivanti nella lunga lotta verso la gestione dei rifiuti.

Nel 2012, l'ecotassa adottata per tutto l'ATO BA/5 è di 7,5 Euro per tonnelata come da ultima delibera regionale. Tuttavia, dal 2013 la musica cambia. Le nuove ecotasse saranno  determinate secondo i livelli di differenziata e il rispetto di 4 indicatori di qualita (adeguamento dei contratti di servizio che non raggiungono le percentuali previste di raccolta differenziata; elevata qualità della frazione organica raccolta; elevata qualità della raccolta imballaggi; elevata qualità del sistema di monitoraggio e controllo della raccolta differenziata) Pertanto le ecotasse adottate saranno le seguenti
I comuni che supereranno il 60%  pagheranno un importo pari a 2,9 euro a tonnellata e rispettando  tutti gli indicatori di qualità
Tra il 60% e il 40% di differenziata si pagherà  5,8 euro a tonnellata e rispetto di tre indicatori
Dal 30 al 40% di RD il costo sarà di 19,77 euro a tonnellata e rispetto di due indicatori
Meno del 30% di RD il costo sarà di 22,59 euro per ogni tonnellata conferita in discarica nel rispetto di un solo indicatore.
Meno del 30% e nessun indicatore rispettato, infine, porterà all'aliquota massima e cioè 25,82 euro per tonnellata.
Inutile dire ad oggi Adelfia dove si colloca. Nel 2011 abbiamo raggiunto nemmeno l'11%.
Detto in soldoni, pagheremo stando così le cose esattamente il 6% in più  il costo di conferimento e spero di non esagerare se dico che sarebbe un disastro inimmaginabile
Per avere maggiori informazioni scaricate il bollettino della Regione Puglia QUI e leggete l'art.7

Insomma speriamo che i Maya, avessero ragione e che il mondo finisca il21/12/2012.
L'alternativa è la morte per infarto quando riceveremo nel 2013 il bollettino della TARSU

Antonio Di Gilio