mercoledì 25 dicembre 2013

Immobili comunali, ma non dovevano essere sgomberati?



In data 1° ottobre 2013 scrivevo il seguente post dal titolo " Immobili comunali e comodato gratuito. Finalmente messa la parola fine..." in cui plaudivo l'amministrazione del coraggio dimostrato con la fine dei comodati gratuiti dati alle associazioni in regime di prorogatio (vicenda che vi invito a leggere)

La delibera di giunta n. 118/2013 affermava " - che con lettere raccomandate n.........del 17 maggio 2013 le suddette associazioni ( Ass.Naz. Carabinieri, Pleiadi, Pro-Loco, Donatori sangue ) sono state invitate a lasciar liberi e sgombri i locali di proprietà comunale nel periodo che intercorre tra il 30.09.2013 e 31.10.2013 atteso che le relative convenzioni sono scadute".

Da Milano attendevo che finalmente, sempre come indicato in delibera, si avviasse l'iter per la nuova assegnazione.

Tuttavia, sono tornato per le feste e cosa scopro? Che a distanza di ben due mesi dalla data ultima di sgombero, le associazioni sono ancora tutte lì e di bandi per la reassegnazione nemmeno l'ombra.

Non so dove sia scattato il cortocircuito. Sarà che nella delibera si è usato il termine "invitate" invece di "obbligate", fatto sta che al 23 dicembre 2013 le associzioni con tanto dei loro loghi erano nel pieno possesso degli immobili di Conte Sabini .

Nessuno si è degnato di andare a chiudere quegli immobili nell'attesa della riassegnazione. Riassegnazione non dovuta perchè il sottoscritto odia le associazioni, come qualcuno ha insinuato, ma semplicemente perchè ho il forte senso della giustizia sociale e da un valore essenziale agli atti dello stato (che siano leggi costituzionali, nazionali o semplici regolamenti).

Perchè non si può chieder ai cittadini di pagare giustamente le tasse locali (IMU, TARES, conguagli IRPEF) e poi gestire la cosa pubblica in sfregio degli atti che l'amministrazione stessa delibera.

Le foto sono state scattate in questi giorni ( lo potete vedere dai cartelloni natalizi) e le porte dei locali sono aperte e c'è un gran via vai di gente.

Siamo al giro di boa di questa amministrazione,sarebbe ora di mettere dritta la barra

Antonio Di Gilio


PS Buon Natale