mercoledì 20 novembre 2013

Calcola la TARES. Un foglio excel che vi metto a disposizione

Il consiglio comunale sta approvato il piano finanziario per la TARES indicando le aliquote adottate per ogni tipo di utenza sia domestica che non domestica.
Calcolare la nuova tassa è più complesso rispetto alla vecchia TARSU. Infatti, non si devono considerare solo i mq della superficie dell'immobile, ma anche il numero di componenti.
Per questo mi sono adoperato a produrre un file excel in grado di indicarvi gli importi che ognuno di voi sarà chiamato a pagare per l'intera tassa.
Ovviamente il file è a titolo puramente dimostrativo e non vuole essere strumento per avere l'importo reale da pagare.
Il suo uso è al quanto semplice. Nel primo foglio "utenze domestiche" basterà inserire il numero di componenti del nucleo familiare e la superficie occupata. Immediatamente vi sarà indicato l'importo della  TARES. Come chicca vi ho inserito anche i dati del 2012 per ottenere un confronto con la TARSU.

Nel secondo foglio "utenze non domestiche", invece, dovrete inserire la categoria dell'attività economica e la superficie. Le formule inserite provvederanno a calcolare la TARES.

Ovviamente, potete inserire anche i giorni di effettivo utilizzo dell'immobile.

Infine, per le famiglie con un reddito ISEE inferiore a 10.000 euro o con un portatore di handicap al 100% è prevista un'ulteriore riduzione sulla tassa pari al 30%

Alcune considerazione a margine dopo aver analizzato il piano finanziario. Innanzitutto, il comune ha inserito un ulteriore soggetto obbligato al pagamento della TARES (la categoria 31) e sono tutti i locali non finalizzati ad attività economica, non previsti nel 2012. In merito ho qualche perplessità, sulla possibilità dell'istituzione di questa ulteriore categoria rispetto a quelle già previste.
SCARICA IL FILE "CALCOLA TARES"
In secondo luogo c'è un aspetto contabile che non mi quadra. Dal prospetto finanziario risulta che gli incassi della TARES ammontano a € 2.331.119. Tuttavia nel bilancio di previsione è previsto, invece, un incasso pari a 2.420.420. Insomma c'è una differenza, negativa, di € 89.300. Premettendo che ho competenze limitate sul bilancio pubblico, sarebbe opportuno rivedere i calcoli.

Antonio Di Gilio