venerdì 3 luglio 2015

Arriva la banda ultra-larga, l'autostrada digitale. Ma mancano le patenti informatiche

AVREMO L'AUTOSTRADA INFORMATICA MA CON POCHI IN GRADO DI SFRUTTARLA. QUESTO E' IL DEMERITO DELLA POLITICA LOCALE
Come ormai siamo abituati da un anno a questa parte, l'amministrazione comunale non perde occasione per autocelebrarsi per risultati anche non propri.
E' il caso dell'ultima trovata, ossia della banda ultra larga, opera che rientra nel piano di investimenti  nazionale a cura del Ministero dello Sviluppo Economico.
Questo grosso investimento non ha necessitato di alcuna richiesta da parte dell'amministrazione comunale , ma rientra nella strategia commerciale/industriale del Ministero e TIM (ex Telecom).
http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/comunicazioni/banda-ultralarga/progetto-strategico-banda-ultralarga

Tuttavia, la questione prima ancora che infrastrutturale è di competenze informatich
e. Infatti non basta avere un'autostrada e un auto, ma è necessario anche saper guidare ed eventualmente anche avere le relative patenti.

I dati ISTAT dipingono un quadro desolante sull'indice di alfabetizzazione informatica degli italiani, con un grosso divario territoriale (Nord-Sud) e generazionale (under 25, over 65).

Per le nostre realtà risulta che meno di 1 cittadino su 3 ha competenze sufficienti in informatica e per gli over 65 il tasso non supera il 2,5% DATI ISTAT

Ed è in questo che la politica locale non ha in nessun modo cercato di porre rimedio. Ogni anno per gli over 65 l'amministrazione, ha offerto "attività culturali" come "Conoscere la mia terra". Ossia gite fuori porta per gli anziani, per lo più soli e a basso reddito
Nulla ad esempio è stato proposto come corsi di formazione, gratuita nell'uso del PC, magari per le stesse categorie, non smentendo l'idea per lo più italica (e maggiormente meridionale) che l'anziano non è mai una risorsa (salvo essere serbatoio di voti).
Eppure, la tecnologia e il governo stanno spingendo fortemente verso la fruizione dei servizi per via telematica. Conti correnti on-line, logisitica e vendita via intenet (Amazon) sono ormai alla portata di tutti con significativi vantaggi economici per i consumatori.
730 pre-compilato, servizi INPS telematici, cassetto tributario comunale telematico (ad Adelfia), tutto obbliga al cittadino a prendere coscienza della inevitabilità di conoscere i principi di informatica (che non sia il semplice postare su FB fantomatici miglioramenti).
Organi amministrativi e politici non hanno ben capito la trasformazione in corso, tanto da non considerare minimamente quanto l'alfabetizzazione informatica sia ormai un fattore essenzialePer il resto godiamoci le ottime capacità raggiunte nell'uso di Facebook e dei social network

Antonio Di Gilio