domenica 1 novembre 2015

Contro gli automobilisti indisciplinati, i cittadini denuncino l'assenza dell'RCAuto

Poco meno del 10% delle auto in circolazione sono sprovviste di assicurazione. Ma la tecnologia viene in contro dei cittadini rispettosi che possono usarla per denunciare gli automobilisti indisciplinati

Molto spesso, questo blog e numerosi social fotografano e mostrano i tanti automobilisti che in sfregio alle normali regole del vivere civile, parcheggiano su posti adibiti a disabili, piuttosto che in doppia fila o sulla non ancora terminata pista ciclabile.

Le forze di polizia locale non sono capaci di far fronte al dilagare di questo fenomeno, considerando l'esiguità delle multe elevate. Ma la tecnologia può venire in soccorso.

Il Ministero dei Trasporti al sito
https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/verifica-copertura-rc?
offre la possibilità per qualsiasi cittadino di verificare in tempo reale attraverso la semplice targa e il tipo di veicolo, la presenza o meno dell' assicurazione.
Inoltre, il Ministero offre anche un app per il cellulare che potete scaricare per Android QUI e per Apple QUI

Secondo le nuove norme, i proprietari di auto sprovviste di RCAuto sono soggete a una multa fino a 3200 euro e al sequestro del veicolo.
Insomma, se la semplice contravvezione di 35 euro è facilmente sostenibile dai menefreghisti, qualche problema in più potrebbe porsi se questi soggetti sono anche sprovvisti di assicurazione

Considerando che le stime più aggiornate, parlano di circa il 10% dei veicoli in circolazione  senza assicurazione, statisticamente almeno 1 auto su 10 tra gli automobilisti indisciplinati ne è sprovvista. Anzi, le possibilità di contravvenire alle norme del codice della strada sono più alte tra coloro che pensano di poter circolare senza assicurazione .

Insomma, potere della share economy. Ogni cittadino può e deve diventare vigile del proprio paese. Prima di postare foto sui social network dell'automobilista menefreghista che parcheggia sul posto riservato ai disabili, sarebbe utile verificare in tempo reale la presenza dell'assicurazione sull'auto e denunciare direttamente alle autorità competenti che provvederanno all'immediato sequestro

Antonio Di Gilio