martedì 4 novembre 2014

TASI: Le famiglie numerose pagheranno fino a 40 volte in più rispetto all'IMU del 2012

Famiglie prima escluse, adesso dovranno passare alla cassa

Anche il consiglio comunale adelfiese è chiamato a discutere e deliberare sulle nuove tasse comunali appartenenti alla IUC.
Per coloro a dieta di imposte locali brevemente segnalo che la IUC è composta:
- dalla TARI: la spazzatura
- dall'IMU: per le seconde case e altri immobili
- dalla TASI: che di fatto sostituisce nella sostanza la vecchia IMU prima casa

A differenza della vecchia IMU la cui aliquota base era dello 0,4% (applicata dal comune di Adelfia), con una detrazione di 200 euro base e 50 euro per ogni figlio sotto i 26 anni, la TASI ha un'aliquota dello 0,1% senza detrazioni. E' a totale discrezione comunale la possibilità di aumentare fino allo 0,25% l'aliquota con l'obbligo di prevedere delle detrazioni. Compito dell'organo politico pertanto è individuare meccanismi equi per poter ripartire la nuova tassa.

La giunta comunale adelfiese, di tutta fretta vista l' imminente scadenza (sarebbe la seconda visto il rinvio di maggio) ha abortito una proposta che di fatto raddoppia l'aliquota base prevista dal legislatore nazionale, prevedendo delle detrazioni praticamente inutili e insensate. (clicca QUI)

AGGIORNAMENTO: 
L'aliquota viene pertanto innalzata dallo 0,1% allo 0,2% con le seguenti detrazioni:
- immobili con rendite fino a 200 euro una detrazione di 150 euro
- immobili con rendite da 201 euro  a 300 euro una detrazione di 100 euro
- immobili con rendite da 301 euro  a 500 euro una detrazione di 50 euro
Oltre nessuna detrazione.

COME SI CALCOLA la TASI PRIMA CASA?
Rendita catastale * 1.05*(160)*(N°giorni di possesso/365)* 2 
                                            1000

Innanzitutto faccio constatare ai geni che hanno redatto la delibera l' assoluta insensatezza nello scrivere i primi due scaglioni considerando che ad esempio una casa con rendita di 200 euro pagherebbe solo 67 euro senza detrazione. Quindi prevedere 150 euro è del tutto inutile, in quanto copre per 3 volte l'imposta base.
Ma evidentemente suona bene a chi legge. Sarebbe bastato scrivere che sono esentati tutti gli immobili sotto i 300 euro di rendita.

Ma passiamo agli altri scaglioni. Vi riporto le simulazioni da me fatte mettendo a confronto quanto pagato nel 2012 e quanto si pagherà se questa schifezza dovesse passare, considerando vari tipi di rendite e la presenza o meno di figli.


SIMULAZIONI RENDITA IMPOSTA DETRAZIONI SENZA FIGLI Δ% 1 FIGLIO Δ% 2 FIGLI Δ%
1 IMU 2012 € 200,00 € 134,40 € 200,00 € 0,00 = € 0,00 = € 0,00 =
TASI 2014 € 200,00 € 67,20 € 150,00 € 0,00 € 0,00 € 0,00
2 IMU 2012 € 300,00 € 201,60 € 200,00 € 1,00 = € 0,00 = € 0,00 =
TASI 2014 € 300,00 € 100,80 € 100,00 € 1,00 € 0,00 € 0,00
3 IMU 2012 € 350,00 € 235,20 € 200,00 € 35,00 93% € 0,00
€ 0,00
TASI 2014 € 350,00 € 117,60 € 50,00 € 67,60 € 67,60 € 67,60
4 IMU 2012 € 400,00 € 268,80 € 200,00 € 68,80 -26% € 18,80 171% € 0,00
TASI 2014 € 400,00 € 134,40 € 50,00 € 51,00 € 51,00 € 51,00
5 IMU 2012 € 450,00 € 302,40 € 200,00 € 102,40 -1% € 52,40 93% € 2,40 4417%
TASI 2014 € 450,00 € 151,20 € 50,00 € 101,20 € 101,20 € 101,20
6 IMU 2012 € 500,00 € 336,00 € 200,00 € 136,00 24% € 86,00 95% € 36,00 397%
TASI 2014 € 500,00 € 168,00 € 50,00 € 118,00 € 118,00 € 118,00

Come già spiegato le rendite sotto i 300 euro sono esentati come nel 2012. Tuttavia, la maggior parte degli immobili adelfiesi si trova nel range 350-450 euro ed è qui che il confronto con il 2012 fa paura.
Ad esempio una famiglia con 2 figli  che abita in una casa con una rendita di 450 euro se nel 2012 pagò solo 2,4euro quest'anno dovrà sborsare 101,20 euro . Insomma un moltiplicatore pari a 40 volte.
In rosso vi ho riportato,invece, i casi di famiglie che nel 2012 non pagarano alcuna imposta, ma che nel 2014 passeranno alla cassa.

Ancora una volta per mancanza di volontà e per una certa faciloneria ( visto che nemmeno si sono presi la briga di verificare la sensatezza delle detrazioni scritte) si scrive una tassa che non ha alcun senso e che fa pagare soprattutto le famiglie con figli. Ma la TASI non deve seguire la logica della tassa dei rifiuti. E' un imposta sulla proprietà e i figli per una società sono al contrario un'investimento che va protetto.

Antonio Di Gilio