domenica 16 novembre 2014

A paghèt???

Torno a scrivere sul blog che ho creato insieme ad Antonio, parlando di un fatto personale, ma non troppo, perché poteva capitare a chiunque.

Ieri ho visto alcune copie di un calendario 2015 dedicato alla festa di San Trifone, distribuito dal Comitato Feste. Ho sfogliato le varie pagine, trovando tante belle foto d'epoca e, con sorpresa, anche alcune in cui è presente mio nonno, il pirotecnico Luigi Gargano. Le foto erano quelle che io stesso ho consegnato al Comitato, senza conoscere l'uso che ne avrebbero fatto, quando un membro mi ha chiesto un aiuto.
Infatti, a fine calendario, ho trovato un ringraziamento anche per me per il contributo dato. Solo il cognome, per scrivere il nome si sprecava troppo inchiostro.

Mi è stata offerta una copia da una persona che l'aveva ricevuta, ma ho rifiutato rispondendo che l'indomani sarei andato direttamente al Comitato a chiederne qualcuna. Così ho fatto.

Questa mattina sono passato in Corso Umberto I e ho visto il locale aperto. Ho parcheggiato l'auto e ci sono entrato. Dopo una breve attesa, ho chiesto ai signori presenti qualche copia del calendario. La risposta, non troppo inaspettata a dire la verità, è stata un secco "Hai pagato?". La risposta l'avevo già pronta:
"Veramente no" - dico - "però penso di aver dato comunque un contributo con le foto che vi ho dato e che avete inserito nel calendario. Avete scritto pure il ringraziamento sull'ultima pagina.".
L'uomo non ne ha voluto sapere: "Se non hai dato niente non posso dartelo. Le copie sono solo per chi ha dato qualcosa, se avanzano te li posso dare.".
Ho chiesto ancora se proprio non fosse possibile averlo e a quel punto l'uomo ha scosso la testa, dicendo un "Poi te lo porto." che puzzava di uno di quei "Le faremo sapere." che vengono detti ai colloqui di lavoro. A quel punto ho girato le spalle e sono andato via.

Almeno una copia pensavo di meritarmela, ma secondo loro no. A questo punto potevano pure risparmiarsi il ringraziamento fasullo. E' naturale che, visto il trattamento, da adesso in avanti da me potranno aspettarsi questo:


Ero già abbastanza incazzato dopo aver saputo, esattamente il 13 novembre sera, che il tradizionale colpo di cannone notturno del 10 novembre era dedicato alla memoria di mio nonno e suo fratello, leggendolo sul manifesto. Avvisare la famiglia era evidentemente superfluo.

Circa tre mesi fa, fui invitato dal Presidente ad entrare a far parte del Comitato. Lasciai la risposta in sospeso, ma adesso ho deciso: NO, GRAZIE. SONO DIVERSO DAL COMITATO.

Chiudo lasciando un consiglio ai posteri. D'ora in poi, quando date qualcosa a qualcuno, allegategli sempre una banconota da 50 euro: state certi che di voi almeno si ricorderà.

Vincenzo Prudente