giovedì 22 settembre 2016

Area mercatale Montrone: da disastro a tragedia, i contribuenti chiamati a pagare 1 milione di danni

"L’importo totale che il Comune di Adelfia dovrà corrispondere per l’intero a Francesco Carrelli Palombi è pertanto pari a € 909.914,49, oltre interessi al tasso legale fino al pagamento".

Con questa frase, degna di una martellata in pieno muso, la terza sezione del TAR Puglia,sentenza .N. 01099/2016, condanna il Comune di Adelfia a risarcire i proprietari dei terreni espropriati.

L'importo è più del doppio di quanto calcolato dal Commissario ad acta, dott. Ginefra. Per conoscere tutta la storia vi invito a leggere i precedenti post

Adelfia ha fatto boom. Addio a 430.000 euro e "rischio paralisi amministrativa"

Con questa causa non si è cercato di mettere in dubbio la validità della procedura, ma solo di individuare il quantum del danno.

Ironia della sorte, la patata bollente è tornata in mano a coloro che all'epoca erano al governo della città.
Il danno per le casse comunali è ingente e a nulla è servito aver messo da parte il famoso milione di avanzo tanto millantato in campagnaa elettorale, perchè, da sola questa sentenza lo divora. Peccato che nel frattempo, nel corso di questi anni la vecchia giunta ha dovuto rattificare tanti altri debiti fuori bilancio spuntati come funghi tutti made in cdx (pardon adesso liste civiche).

DETTAGLIO RICONOSCIMENTO DEBITI FUORI BILANCIO 2012



Descrizione del debito
importo
note
delibera Consiglio Comunale di riconoscimento
Sentenza n. 311/2011 depositata il 16/11/2011Redavid c/Comune 28.852,98 art, 194 lett.a) € 28.852,98 delibera Consiglio Comunale n. 19 del 10/07/2012
Sentenza n. 144/2012 depositata l'8/3/2012 Casa di riposo S. Maria della Stella 28.092,56 art. 194 lett.a) € 17.537,17 art. 194 -lett.e) € 10.555,39 delibera Consiglio Comunale n. 27 del 29/09/2012
Sentenza n. 225/2012 depositata il 2/5/2012Somprogest s.r.l c/Comune 57.423,68 art. 194 lett.a) € 57.423,68 delibera Consiglio Comunale n. 29 del 29/09/2012
sentenza n. 187/2012 depositata il 3/4/2012Pietragallo Giovanni e Ungari Ada 14.305,75 art. 194 lett.a) € 10.858,75 art. 194 lett.e) € 3.447,00 delibera Consiglio Comunale n. 28 del 28/09/2012
sentenza n. 76/2012 depositata il 14/02/2012 Pignoramento Di Pinto - Spese di giustizia 1.657,27 art. 194 lett.a) € 1.657,27 delibera Consiglio Comunale n. 30 del 29/09/2012
sentenza n. 2113/2011 depositata il 7/4/2011Carrelli Palombi c/Comune - Scuola Materna Via C. Alberto 69.451,88 art. 194 lett.a) € 69.451,88 delibera Consiglio Comunale n. 31 del 29/09/2012
sentenza n. 503/2012 Spinelli Anna M. c/Comune 8.647,99 art. 194 lett.a) € 7.478,28 art. 194 lett.e) € 1.169,71 delibera Consiglio Comunale n. 47 del 27/11/2012
TOTALE 208.432,11

 


DETTAGLIO RICONOSCIMENTO DEBITI FUORI BILANCIO 2013



Descrizione del debito
importo
note
delibera Consiglio Comunale di riconoscimento
Decreto ingiuntivo Tribunale Bari sez. Rutigliano del 26/10/2012 elevato per conto di Consorzio Ato 5 Bari 12.448,10 art, 194 lett.a) € 12.448,10 delibera Consiglio Comunale n. 12 del 30/04/2013
Sentenza n. 63/2013 del 27/05/2013 giudice di pace di Casamassima 1399,60 art. 194 lett.a) € 1399,60 delibera Consiglio Comunale n. 18 del 27/06/2013
TOTALE 13.847,70
 



DETTAGLIO RICONOSCIMENTO DEBITI FUORI BILANCIO 2014

-delibera Consiglio Comunale n. 16 del 22/05/2014 : Comune di Adelfia c/ Farmacia Comunale.
Definizione Contenziosi dinanzi al Tribunale di Bari . Riconoscimento debito fuori bilancio ex art. 194 del D.Lgs 267/2000 per € 50.322,08;

-delibera Consiglio Comunale n. 17 del 22/05/2014 : Comune di Adelfia c/ De Sandi Rosa e De Sandi Vito Antonio . Sentenza n. 3780/2013 resa dal Tribunale di Bari.
Riconoscimento debito fuori bilancio ex art. 194 del D.Lgs 267/2000 per € 22.702,36

-delibera Consiglio Comunale n. 23 del 30/05/2014 : Giudizio Francesco Carelli Palombi c/Comune di Adelfia. Esecuzione sentenza TAR Puglia n. 399/2014 .
Riconoscimento debito fuori bilancio ex art. 194 del D.Lgs 267/2000 per € 8.754,72

-delibera Consiglio Comunale n. 24 del 30/05/2014 : Giudizi di conto subiti da ex dipendente comunale Caldarola Vito durante l’esercizio delle proprie funzioni istituzionali.
Riconoscimento debito fuori bilancio ex art. 194 del D.Lgs 267/2000 per € 10.174,13

-delibera Consiglio Comunale n. 51 del 28/11/2014 : Idroland s.r.l c/ Comune di Adelfia e G.V.G Interiors s.r.l . Riconoscimento debito fuori bilancio ex art. 194 del D.Lgs 267/2000 per € 2846,15;

-delibera Consiglio Comunale n. 52 del 28/11/2014 : Comune di Adelfia c/Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Sovraintenza di Bari . Sentenza n. 6236/2004 TAR Puglia –sede di Bari-
Riconoscimento debito fuori bilancio ex art. 194 del D.Lgs 267/2000 per € 6.000.

TOTALE 2014    €108.109,44

Dettaglio debiti fuori bilancio 2015

delibera riconoscimento consiglio comunale Descrizione importo
n. 4/2015 Medusa c/comune sentenza n. 3946/2014
61.325,75
47/2015 Medusa c/comune sentenza n. 3828/2014
12.711,85
47/2015 Medusa c/comune sentenza n. 3834/2014
40.569,37
48/2015 Calè Angela c/comune
10.943,40
49/2015 De Vito Francesco c/comune
10.040,10
50/2015 Lagioia Luigi c/comune
13.247,24
51/2015 Game srl/ c/comune
9.830,88
52/2015 Rimborso spese legali Ferrante Caldarola
32.042,28

Totale
190.710,87

TOTALE DEBITI FUORI BILANCIO AMMINISTRAZIONE NICASSIO:
€ 1.423.714,00

La precedente amministrazione non è esente da colpe, la quale consapevole dei rischi e della spada di damocle, ha bruciato 400.000 euro per il rifacimento di piazza Leone XIII. Ma la sconfitta poco onorevole di 3 mesi fa è un pegno pagato.

Tuttavia solo in Italia , a distanza di 11 anni chi ha prodotto un simile danno, si è ritrovato eletto a furor di popolo.  
 
Come cita la costituzione all'art.1 c.2 "La sovranità appartiene al popolo", il popolo ha eletto nemmeno 3 mesi fa chi ha bruciato 1 milione di euro, soldi del vostro sangue, dei vostri risparmi e delle vostre tasse. 
Adesso è giusto che lo stesso popolo paghi, senza colpo ferire, con tutti gli interessi.

Antonio Di Gilio

PS Attenzione che ballano altri 350.000 euro per risarcire il comune di Conversano...ma questa è un'altra storia