domenica 28 ottobre 2012

Siamo padroni a casa nostra? #4

Come promesso, ho portato una bozza di Regolamento per filmare il Consiglio Comunale. In realtà non l'ho scritto io di punto in bianco, ma ho quasi del tutto copiato, con qualche piccola modifica, quello del Comune di Gorgonzola (MI), che mi è sembrato il più completo tra tutti quelli che ho cercato.
Per conoscere quello che è accaduto precedentemente, se non lo sapete già, potete cercare nel blog gli articoli precedenti a questo che riportano lo stesso titolo.

Come è scritto anche in ogni convocazione di Consiglio, i cittadini possono presentare entro un certo tempo eventuali proposte. Questo è l'avviso del Consiglio del 22 ottobre:


La mattina del 18 ottobre ho portato all'Ufficio Segreteria il Regolamento, e l'ho consegnato alla signora Bellomo, gentilissima come sempre.
Il Consiglio si svolge il 22 ottobre, ma al Regolamento non viene fatto neanche un accenno durante tutta la seduta.
Amareggiato, ho scritto sulla pagina del Sindaco il 23 ottobre:

Signor Sindaco, onorando il mio impegno, il 18 ottobre ho portato all'Ufficio Segreteria come argomento di discussione del consiglio del 22 ottobre la famosa proposta di regolamento. 
Purtroppo al consiglio non ho potuto partecipare per motivi di salute, ma mi è stato riferito che del regolamento non c'è stata neanche l'ombra.
E' dal 10 luglio che questa storia va avanti, e pensavo che, considerata la lentezza dimostrata, la mia azione potesse servire a qualcosa.
A questo punto mi chiedo a cosa serve dare ai cittadini la possibilità di presentare all'Ufficio Segreteria delle proposte, come è scritto nella convocazione di ogni consiglio, se non vengono nemmeno considerate nonostante in questo caso lei sapesse con giorni di anticipo che l'avrei fatto.
Le rinnovo la mia delusione e la saluto cordialmente.

Il 26 ottobre il Sindaco mi risponde:

Grazie Sig. Vincenzo per il suo contributo e l'impegno fattivo dimostrato. Ho letto la sua proposta che reputo ampiamente condivisibile e alla quale necessitano, a mio avviso, sole piccole modifiche. Tuttavia, non sarò io a decidere e l'affiderò alla conferenza dei capigruppo affinché sia correttamente istruita e soprattutto partecipata a tutti i gruppi rappresentati in consiglio. Sono loro che alla fine dovranno votarla. La saluto.

Almeno qualche passo avanti lo si sta facendo. Spero che tutto si risolva nel migliore dei modi, nonostante qualcuno ha già annunciato che voterà contro.
Voglio ringraziare i consiglieri Francesco Costantini e Trifone Ragone, che hanno dato tutta la loro disponibilità a portare il Regolamento in Consiglio, ed in particolar modo il consigliere Gianni Gargano, che ne aveva addirittura preparato un altro, oltre ad essere favorevole alla registrazione anche senza Regolamento.

Vincenzo Prudente