mercoledì 23 gennaio 2013

La gatta frettolosa fa i figli ciechi!

 
Dopo settimane di silenzio, ma soprattutto di stop ai lavori di messa in sicurezza della Sapa, durante le quali pare che soltanto il Comitato No-Sapa non abbia smesso di fare rumore con manifesti, richieste ed interrogazioni inevase, negli ultimi giorni sembra che qualcosa si sia risvegliato, e si nota un maggiore attivismo soprattutto da parte della maggioranza e di chi le è vicino. Finalmente, direi, viste i molteplici interrogativi che i cittadini ponevano, senza ricevere risposte ufficiali.


 Ieri, 22 gennaio, è stato diffuso sul sito del Comune e in altre pagine questo comunicato, firmato dai Consiglieri Comunali di maggioranza: 
I Consiglieri Comunali di maggioranza hanno chiesto ed ottenuto un incontro, in data 21 gennaio 2013, con l’ingegnere Massimo Guido, direttore dei lavori di messa in sicurezza d’emergenza del sito ex Sapa, al fine di conoscere lo stato di avanzamento del progetto. L’apparente stato di fermo nell’esecuzione dei lavori è determinato da alcuni ritardi nell’acquisizione di attrezzature necessarie all’allestimento del cantiere in condizioni di sicurezza, oltre che da prescrizioni addotte in corso d’opera da parte di uno degli enti di controllo. Il 10 e il 14 gennaio si è comunque proceduto a misurare ante-opera il quantitativo delle polveri e le temperature esterne ed interne dei cumuli, mentre il 21 gennaio è stato prelevato un campionamento delle acque metoriche stagnanti per analisi di laboratorio. A breve, saranno a disposizione dei cittadini un sito ufficiale dell’amministrazione comunale, il cui indirizzo è www.exsapaadelfia.it e degli opuscoli informativi per una maggiore conoscenza dell’intervento. È ferma intenzione dei Consiglieri Comunali intervenuti interfacciarsi costantemente con la direzione dei lavori, per seguire puntualmente tutte le fasi progettuali e aggiornare la cittadinanza.
Se avessi letto un comunicato di questo tipo all'inizio dei lavori avrei applaudito l'impegno e la volontà di aggiornare tutti costantemente. Diversamente posso fare adesso, a lavori ormai inoltrati di cui nessuno sa nulla senza determinate conoscenze. C'è qualcuno che può affermare di essere stato esaurientemente informato dalle istituzioni dopo la Conferenza del 25 ottobre? (link) Qualcuno ci aveva avvisato della lentezza e dello stop dei lavori, e delle relative cause?
Insomma, comunicare solo oggi che le cose non sono andate come era stato illustrato è molto tardivo, visto che i primi segni si erano verificati già nel periodo natalizio, con lo stato dei lavori che non sembrava corrispondere al cronoprogramma (link).

Non so chi o cosa dobbiamo ringraziare per questa presa di coscienza, almeno adesso possiamo sperare che il silenzio che ci ha accompagnati fino ad oggi diventi una voce costante.

Non posso però non aggiungere come le cose, se si devono fare, si devono fare bene ed attentamente. Probabilmente i Consiglieri Comunali che hanno firmato il comunicato non lo sanno, ma quando si comunica un dominio è buona cosa REGISTRARLO prima, perché fino a quel momento può farlo chiunque liberamente.
Ed è quello che è successo, in quanto il dominio risulta adesso registrato, sì, ma a nome di un'altra persona, esterna al Comune. Certamente una mancanza di stile da parte della persona, che non ha fatto una bella azione, cercando di ostacolare il progetto.

Sarebbe stato meglio fare le cose con la dovuta calma, la stessa calma mostrata fino a ieri, e questa brutta figura sarebbe stata evitata. Non voglio però dimenticare che questo sito nascerebbe comunque nella settimana in cui i lavori sarebbero terminati se non ci fossero stati intoppi.

Insomma, aspettare senza giustificazioni così tanto per poi cercare di fare tutto in tempi record raramente risulta una mossa vincente. La gente capisce ed è sempre più consapevole delle dinamiche che muovono la politica, spero però che alla consapevolezza si accompagni anche un rifiuto di lasciare che accadano ancora questi episodi, dettati forse più dalle circostanze che dalla volontà di informare.

Vincenzo Prudente

PS
Non è la prima volta che accade un episodio del genere. Sarà l'argomento Sapa che crea un certo imbarazzo, ma nella Determina n. 1113 del 12 ottobre 2012 si leggeva la disponibilità di visualizzare il progetto di messa in sicurezza tramite il link www.comune.adelfia.gov.it/mise-progetto.
Tuttavia, la pagina è rimasta vuota per diverso tempo prima di essere aggiornata con il progetto.
Voglio suggerire ai lettori di appuntare il link, poiché all'interno del sito del Comune non troverete alcun collegamento a quella pagina, che è possibile raggiungere solo se si è memorizzato l'indirizzo leggendolo sulla Determina.