giovedì 7 marzo 2013

Ex Sapa, i rifiuti non sono pericolosi

Conclusi i lavori di smassamento e raffreddamento il 28 febbraio e di campionamento il 1 marzo, sono stati pubblicati i risultati delle analisi effettuate sui cumuli a cura della Ambientale S.r.l.

Il materiale presente all'interno dello stabilimento "ex Sapa" è stato classificato come "Rifiuto non pericoloso", e gli è stato attribuito il C.E.R. 19.95.03, che identifica il rifiuto come "Compost fuori specifica".

I campioni raccolti

Nonostante siano presenti concentrazioni di metalli, i valori delle sostanze presenti non superano i limiti di Legge che altrimenti renderebbero il rifiuto pericoloso.


Prima dell'inizio dei lavori, l'ARPA Puglia a seguito del campionamento dell'aria ha comunicato l'esito delle analisi che hanno indicato l'assenza di criticità della qualità dell'aria (link). ARPA ha altresì comunicato che effettuerà ulteriori rilevamenti ultimati i lavori di messa in sicurezza.

Del finanziamento di 570.000,00 € ottenuto dalla Regione Puglia, restano adesso circa 280.000,00  € per lo smaltimento dei rifiuti. Secondo le stime, saranno necessari circa 2 milioni di euro per la definitiva rimozione dei cumuli. Occorrerà, quindi, un ulteriore finanziamento per risolvere del tutto un problema che interessa il nostro territorio ormai da più di 7 anni.

Link per visualizzare i risultati delle analisi.


Vincenzo Prudente